homepage

www.psicologiaeterapia.it  bacheca

Come la penso        richiesta consulto       chiedi informazioni            cerca mappa      

   Studio di Psicologia e Psicoterapia 
  Dott. Vittorio Mendicino 
Via Marco Decumio,15 Roma  (metro porta furba)     riceve  per  appuntamento     richiesta informazioni
Contatti - e-mail :info@psicologiaeterapia.it  Tel.06 768080 - 3495760842
 
(iscrizione albo N°1055)  
 autorizzazione  3696/ u del  10  /06/ 2004. P.I.09678690588
 

come opero       eccomi      cv    allo     psicologo           cerca telefono       cerca psicologo di Roma            

Contatti

  Sito dello psicologo Vittorio Mendicino di Roma. Tratta di  psicoterapia,psicoanalisi,psicologia,disturbi psichici,salute,articoli,ricerche. Offre risorse,indirizzi utili, consulti,tel

 Scheda sulle nevrosi di  Mendicino Ceccarelli

         

            La presente scheda è stata realizzata da Vittorio Mendicino e Graziella Ceccarelli (2005) e si attiene alle posizioni mediamente condivise in materia di psicosi e nevrosi.      Tuttavia esistono scuole di pensiero con  diversi orientamenti:  più o meno organicisti, che attribuiscono maggiore o minore importanza al fattore ereditario o a quello sociale. Il lettore può confrontare le diverse posizioni esistenti se desidera farsi una propria e ragionata opinione; internet sotto questo aspetto risulta essere uno strumento pratico e veloce.

Nevrosi - descrizione

 Il concetto di nevrosi indica ed evoca una serie di luoghi concettuali: disturbo psichico non grave; conflitto psichico inconscio in rapporto con la vita istintuale; disturbo “secondario” instauratosi, non nel lattante o nella primissima infanzia come nel caso della psicosi, ma successivamente; disturbo che impegna i meccanismi di difesa dell’io più evoluti e pronti a organizzarsi nel carattere, “corazza caratteriale” (Reich); disturbo trattabile con la psicoterapia; disturbo studiato, trattato e concettualizzato approfonditamente per primo da Sigmund Freud.

 

Le nevrosi sono disturbi psichici i cui sintomi esprimono il disagio di un conflitto fra ciò che un individuo desidera fare e ciò che non è in grado di fare o non può fare; le persone affette da nevrosi vivono in un mondo avvolto da un manto di sentimenti di paura e d'incertezza motivo, poi di tanta fatica e sofferenza nel sostenere i rapporti interpersonali, sociali, lavorativi e scolastici.

Il comportamento del nevrotico si può definire rigido, impulsivo e ripetitivo nelle diverse situazioni (rituali, ossessioni, fobie). Il nevrotico cerca, costantemente e inutilmente di scacciare la minaccia di cattivi pensieri, (aggressivi o amorali), ha paura dei luoghi pubblici, teme di cadere da un momento all’altro vittima del panico, mangia o digiuna esageratamente e in maniera abnorme, teme il giudizio e la considerazione degli altri senza accorgersi che in realtà è terrorizzato dal suo stesso giudizio.
Angosce, ossessioni e fobie sono nevrosi (nevrosi d’angoscia, nevrosi ossessive-compulsive, nevrosi fobiche). Invece disturbi sociali, caratteriali, del sonno, sessuali sono sintomi della nevrosi.
In particolari contesti, una singola performance nevrotica, rientra nella cosiddetta normalità, è la modalità di relazione, di rapporto nevrotico di tipo coatto ed esportato in tutte le situazioni a determinare la marcatura di nevrosi. In certe situazioni, dunque, perdere la pazienza e comportarsi da “matti” è “normale”.

Nevrosi origine
Il rapporto madre-padre e genitore-figlio, soprattutto nella seconda infanzia, genera il processo educativo, di civilizzazione e di crescita del figlio. Se i genitori per qualche motivo riconducibile alla propria storia personale, inciampano oltre un certo limite, in sviste e omissioni, in scarse o troppe, in precoci o tardive sensibilità per comprendere e sostenere la crescita del figlio, provocano la caduta del figlio nella reazione nevrotica (reazione conflittuale) che poi, persistendo diverrà nevrosi vera e propria.

Trattare con la psicoterapia la nevrosi dei genitori (qualora invade massicciamente la vita di relazione) risulta essere anche una giusta e valida operazione di prevenzione e di “cura” per la salute dei figli. All’inizio della storia della psicoanalisi e delle “nevrosi”, infatti, lo stesso Freud ha trattato la nevrosi del piccolo Hans operando sul padre del bambino.

 

Vittorio Mendicino - info@psicologiaeterapia.it Graziella Ceccarelli - graziellaceccarelli@virgilio.it Copyright© 2005

indietro

chiave:"salute,psicoanalisi,psicosi,hans,tardive,genitale,edipo,corazza,minore,psicoterapia,psicologica,angosce,ossessioni,sonno,desidera,fare,teme,aggressivi,
fattore,ereditario,dsm,precoci,sostenere,danni,fobie,angoscia,ossessive,compulsive,fobiche,disturbi,sociali,caratteriali,sonno,sessuali,,sintomi,della,contesti,
performance,conflitto,comportamento,disagio,sofferenza,pensieri,morale,amorali,panico,nevrotica,rientra,psicoanalisi,figli,normalità,mendicino,ceccarelli,
psicologo,psicoterapeuta,psichici,scolastici,io,freud,rapporto,madre,padre”