Home - chi sono - come la penso - prenota consulto - richiesta informazioni - come opero - cv - costi

Articolosu : Le Ossessioni

psicologo-roma  Dr. Vittorio Mendicino          psicplogo_youtube

Video su chi sono


(Metro A,Tuscolana, Porta Furba,Cinecittà,Quadraro,Appia) Mappa
Via Marco Decumio,15 Roma Tel.06 768080 - 3495760842
servizidove sono  - consulti   - durata della psicoterapia - psicologo di coppia

Le Ossessioni in un caso clinico "Giorgio"

Le ossessioni in un caso clinico .

Le ossessioni possono dar vita a modalità di comportamento ossessivo, a modalità  caratteriale contraddistinto da  precisione simmetricamente perfette, a personalità con tratti marcatamente ossessivi, al  disturbo ossessivo compulsivo (DOC) vero e proprio.
In questo scritto trattiamo alcuni aspetti delle ossessioni  e cerchiamo di fotografarli da un caso reale.
Un ragazzo di 37 anni che chiamiamo “Giorgio” riferisce che ha cercato  lo psicologo su internet , ha  telefonato  a sei psicoterapeuti, ha cercato  di farli parlare per misurarli , voleva farsi un’idea prima di decidere da quale psicologo andare. Il giorno dopo telefona a me sensa chiedere nulla, al contrario di come aveva fatto con gli altri colleghi, prende subito appuntamento per la mattinata, ma dopo un pò ritelefona  e chiede se può venire nel pomeriggio.
Si presenta con un atteggiamento risoluto e sicuro , ma si capisce subito che è una forzatura, in realtà si sente insicuro, poco apprezzato, deriso. Ha due fratelli , lui è il piu piccolo , la madre avrebbe voluto una femminuccia  invece è nato lui. Per i genitori gli atri due fratelli sono bravi, hanno studiato, sono laureati, si sono creati una posizione, sono rispettosi. Lui è la pecora nera,   ha sempre fatto come ha voluto , ha smesso di studiare, si e messo a lavorare, si è sposato.
Da qualche mese si è trovato coinvolto in una stravolgente storia amorosa, sessuale clandestina.
Il motivo per cui s è rivolto a me  in quanto psicologo è perchè da un paio di mesi non “si ritrova” più. Si scopre a piangere senza motivo, si comporta con tutti come se volesse litigare, la moglie gli ha chiesto la separazione, ma su questo dice d’essere d’accordo pure lui , cosi può riprendersi i suoi spazi. A volte vive la sensazione di trovarsi fuori dal suo corpo. Poi aggiunge che in questi giorni è sempre “incazzato” con tutti, ma  in realtà così  si piace di più, sembra che gli altri lo rispettino di più.

Proviamo a trovare senso clinico al  caso “Giorgio”.
Giorgio è finito fra due fuochi incrociati. Da una parte le esigenze di essere accettato, amato e rispettato  in ubidienza alle leggi del Super Io (Vedi Super Io di Freud” Dall’altro verso il bisogno di vivere la sua originale dimensione e volare sulle onde dell’ES che lo fanno sentire vivo. .(vedi Es di Freud) .
In questo suo mondo attraverso le ossessioni e i rituali è riuscito a guadagnarsi un certo equilibrio , a formarsi una famiglia, a impegnarsi nel lavoro, a trovare una sua dimensione. La stravolgente storia  amorosa e sessuale ha comportato la rottura degli argini che controllavano il suo precario equilibrio. La storia amorosa su di lui ha avuto un effetto simile a quello che spesso hanno le sostanze stupefacenti quando  in alcuni soggetti provocano stati psicotici.
L’esperienza passionale e trasgressiva ha annientato i controllori degli argini : le ossessioni che garantivano una qualche interezza, l’unione delle due componenti , quella espressa dal super Io e quella espressa dall’Es.
Giorgio sta subendo  una dimensione prepsicotica, si è concesso qualcosa più grande di lui e oramai vive come fosse in balia del peso di gravità.
Lui che è sempre stato molto attento che i bocconi “emotivi”fossero molto piccoli, si è ingurgitato di botto un boccone da elefante.
L’ambivalenza e il dubbio caratterizzano il disturbo ossessivo. L’ordine, la simmetria, l’ubidienza, la buona educazione  mettono a tacere  la trasgressione, l’insubordinazione, l’aggressività, i cattivi pensieri.
Il disturbo ossessivo-compulsivo o  DOC”  impegna costantemente il soggetto che ne è affetto,  in azioni e comportamenti compulsivi,  azioni spinte da impulsi e motivazioni inconsce  finalizzate a neutralizzare le ossessioni,  pensieri  negativi e aggressivi. Vengono  compiute tante azioni prive di logica in modo automatico e senza alcun controllo su esse.
Chi soffre di un Disturbo ossessivo compulsivo spesso  è in preda anche a  pensieri, impulsi o immagini mentali che riguardano il posizionare oggetti o compiere azioni in modo “simmetrico” o “perfetto”.

La  personalita ossessiva , dispone di  bisogni masochisti  che inducono
all’assunzione del piacere  sulla via contromano e in controsenso: perversione.
La copresenza di forze contrapposte e quindi del dubbio perenne, nell’ossessivo sono sempre in bella vista.

  • Bibliografia
    Theodor Reik. Il Masochismo nell’Uomo Moderno - Sugar Editore (1963)Nevrosi Ossessiva. Rivista di Psicoanalisi Monografie. Roma, Borla.Freud, S. (1907)  Azioni ossessive e pratiche religiose. OSF, vol.4
    Freud, S. (1909) Osservazione su un caso di nevrosi ossessiva. OSF, vol.5
    Freud, S. (1925) Inibizione, sintomo, angoscia. OSF, vol.10
    Stern D. (1998) Le interazioni madre-bambino nello sviluppo e nella clinica. Milano, Raffaello Cortina Editore
  • ossessioni

    Le Ossessioni in un caso clinico "Giorgio"

Roma 2020 © Vittorio Mendicono - " Psicologo Psicoterapeuta"

Psicologo Roma

Segnala link interrotto -privacy - segreteria telefonica - copyright - indirizzo psicologo Roma - titolare del sito