Home - chi sono - come la penso - prenota consulto - richiesta informazioni - come opero - cv - costi

Ricordi di psicoanalisti e psicoanalisi Roma

psicologo-roma  Dr. Vittorio Mendicino          psicplogo_youtube

Video su chi sono


(Metro A,Tuscolana, Porta Furba,Cinecittà,Quadraro) Mappa
Via Marco Decumio,15 Roma Tel.06 768080 - 3495760842 

Ricordi personali di psicoanalisti e psicoanalisi Roma

Ricordi prescelti dal fato.


Scavi di psicologia  nella vita quotidiana e personale.
Nel 1976/77 una serie di coincidenze : l’amicizia da poco acquisita  con  Bianca Marchesano , che a sua volta era in buon  rapporti  con Paolo Perrotti,  mi ha coinvolto  a  frequentare  lo Spazio Psicoanalitico di via della Luce (Roma Trastevere)
Allo  Spazio , sostanzialmente in maniera gratuita, si poteva  usufruire di seminari e lezioni tenute da grandi nomi della psicoanalisi.  Si poteva  partecipare anche a molte altre iniziative .” convegni, trasmissioni radiofoniche, alla rivista quadrangolo” . Spesso si poteva assistere anche  a lezoni e  conferenze   di : Franco Fornari, Cesare Musatti, Adriano Ossicini, Piero Bellanova, Francesco Corrao, ed altri , tutti nomi di grosso calibro.   Un giorno Perrotti sul finire della sua lezione  ci informò che la settimana sucessiva sarebbe venuto Claudio Neri,  un giovane che ci avrebbe parlato della psicoanalisi di gruppo. Sinceramente non ricordo le parole precise che pronunciò in aggiunta, ma nella   ricostruzione credo volesse dire, un giovane svelto e coraggioso meritevole d’essere conosciuto, anche se portava un pensiero che usciva dall’ortodossia psicoanalitica. Ripensandoci a distanza di molti anni quella esperienza  la ricostruisco  con questa definizione: Claudio Neri ci coinvolse  alla conoscenza  del gruppo come essere vivente dotato di corpo, sensi ed anima simile a quelli dell’individuo.
Dopo qualche tempo  vedo  che Claudio Neri, aveva avuto la  Cattedra di Tecniche d’Indagine della Personalità , iniziai a seguire le sue lezioni, i suoi seminari , il suo gruppo , feci la tesi di laurea con lui avente per titolo : “ La Comunicazione non Verbale nei Gruppi a Finalità Analitica”. Divenni anche uno dei primi soci del Pollaiolo, Centro  Ricerche di Gruppo fondato e diretto da lui,   da Francesco  Corrao e da altri  collaboratori. Mi appassionai e frequentai per alcuni anni  tutti i seminari e le lezioni  che mi era possibile, non volevo perdere mai l’incontro del sabato con Francesco Corrao . Nel contempo , quasi in maniera segreta continuavo a seguire anche il Centro “lo Spazio” di Perrotti, a volte mi trovavo a dover scegliere nello stesso giorno e  orario l’uno o l’altro, era per me motivo di disagio e sensi di colpa , mi sembrava d’essere costretto a tradire l’uno o l’altro. Credo che questo fatto da un verso mi ha permesso un arricchimento conoscitivo ed esperienziale maggiore, ma che mi abbia anche penalizzato sotto altri aspetti. Continuando con il pensiero a rintracciare  ricordi del passato mi viene in mente come il libro Esperienze nei Gruppi di Bion divenne  “il libro mastro.
Questa catena dei ricordi mi  si è accesa perchè  oggi  dopo  alcuni decenni , mi è apparsa un’ intervista realizzata  da Giovanna Argese , che in quei tempi frequentava pure lei il Pollaiolo,
al Prof. Claudio Neri :  Quel “ragazzo” con i capelli un po rossicci e riccioluti , conosciuto  attorno  il 1976 allo Spazio , grazie al Prof. Paolo Perrotti . Lo ritrovo sul  web  con il “carrello” pieno di grandi titoli e riconoscimenti scientifici e culturali ,  con l’umiltà, la disponibilità, la generosità  spiazzante di sempre.
Che dire: Grazie e  lunga vita, professor Claudio Neri, mi scusi se ancora non mi viene di chiamarla Claudio,  non ci riuscivo nemmeno allora quando mi chiamava con molta naturalezza Vittorio , e non credo  dipenda da  scarsa vicinanza affettiva.
Approfitto per dire la mia : non crede che la psicoanalisi debba  occuparsi anche della  prevenzione? . Che debba farlo in maniera più attiva . Si, dovrebbero occuparsene i politici ed altre istituzioni, ma se i politici e gli altri si mettessero a fare i ponti con il polistirolo credo che gli ingegnieri e gli architetti si farebbero sentire fortemente.
Non facendolo, non prendendo posizione in coscienza e scienza ,  si comporta come se non rivelasse le proprie conoscenze e i propri documenti che comprovano dovè l’area in cui ci si “contagia” Non crede che  la psicoanalisi infantile in particolare tradisce il suo mandato quando si occupa solo della cura del “disagio” senza occuparsi della necessità di bonficare il luogo dove ci si ammala. Parlo dell’importanza dei bisogni primordiali dei bambini, dell’attaccamento, della madre sufficentemente adeguata, della “reverie”. Parlo anche della carica rivoluzionaria e messianica che aveva la prima psicoanalisi.
Con stima ed affetto.
Vittorio Mendicino – info@psicologiaeterapia.it


Scritto per riconoscimento e di ringraziamento. 
Vittorio Mendicino © (psicologo)
Roma 07/07/2020


 

Roma 2020 © Vittorio Mendicino (Psicologo - Psicoterapeuta)

Psicologo Roma

Segnala link interrotto -privacy - segreteria telefonica - copyright- Indirizzo psicologo Roma