Home - chi sono - come la penso - prenota consulto - richiesta informazioni - come opero - cv - costi

Articolo: Viste Psicologiche

psicologo-roma  Dr. Vittorio Mendicino          psicplogo_youtube

Video su chi sono


(Metro A,Tuscolana, Porta Furba,Cinecittà) Mappa
Via Marco Decumio,15 Roma Tel.06 768080 - 3495760842 -3402907313

servizidove sono  - consulti   - durata della psicoterapia - psicologo di coppia

Articoli di psicologia e psicoterapia : Viste psicologiche , fotografie di particolari casi clinici

Viste Psicologiche
Dal libro Viste Psicologiche  di Vittorio Mendicino -  Roma 2018


Vista n°1
Lo psicologo : Cerchi di mettersi comodo, si metta  a suo agio con la mente e mi dica con parole semplici e senza troppo pensarci, quale esperienza particolarmente toccante e importante della sua vita le viene in mente.
Il paziente ( ragazzo di 35anni) : Il mio momento di gloria che ricordo di più, che mi ha toccato per sempre, fu quando montai di guardia sulla torretta della polveriera  della caserma . Il capoposto,( quello che dà le consegne e spiega come comportarsi) mi disse: chiunque si avvicini devi spianare il fucile e dire altolà, parola d’ordine mani bene in vista. Poi  procedi con il riconoscimento .

Una volta venne l’ispezione ed io con voce da generale gridai altolà parola d’ordine e mani ben visibili. Dietro il capoposto c’era il capitano che alzò immediatamente le mani. Questa per me fu un’esperienza grandiosa.

Vista n°2
Psicologo: Perche dice di sentirsi meglio e più sicuro oggi.
Paziente. ( un Sig. sulla cinquantina)
Credo dipenda dal fatto che ieri sono stato in un mercatino bellissimo e fornitissimo di tutto, si trova vicino a Santa Croce in Gerusalemme.
E li fra innumerevoli oggetti in questo mercatino enorme mi ha colpito un grande piede di porco, mi è  piaciuto tanto che ho deciso di comprarlo. Io sono sempre indeciso, ma in questo caso non ho avuto alcun dubbio ad acqiuistarlo.
Lo psicologo  dentro di sé interpreta: “ha pensato  che potesse servirgli per rompere il ghiaccio, quando si trova con la gente e non sa che dire, come  aprire o inserirsi in un discorso. Infatti ha sempre evitato di trovarsi in situazioni in cui magari avrebbe dovuto parlare. Ha vissuto sempre da isolato

Vista n°3

Esistono alcune persone  che quando telefonano vengono accolte sempre freddamente , come fossero  rotture di scatole. Queste  persone si sono molto specializzate nel saper scegliere i momenti migliori per  infierire con la loro aggressività latente. Sono capaci di utilizzare l’arma del telefono in maniera veramente offensiva. Telefonano magari per futilissimi motivi nel momento in cui uno si accinge a fare la pipi, o a mettere un pò di pane in bocca,   oppure a fare un riposino perche stanco e stressato comunque nei momenti meno opportuni.
Persone che normalmente si presentano come molto educate e gentili, dispongono di una vita inconscia che gli prospetta il telefono come un mezzo per lanciare  sassi senza farsi scoprire. 
Vista n°4
Luisa donna coraggiosa, capace di attraversare il deserto, di prendere a pugni un ladruncolo, di guidare la macchina a 200 km orari, ha la fobia, e l’attacco di  panico se deve  fare la fila,  . Apparentemente senza alcun plausibile motivo.
Luisa, vede se stessa con i led rossi dell’ansia sempre accesi, quando gli si prospettava di dover fare la fila per qualche servizio importante, come comprare il pane all’unico negozio del quartiere dove c’è sempre una fila enorme, veniva assalita dagli attacchi di panico. Sudorazione  fredda , mancanza d’aria , tachicardia, sensazione di svenimento e di morte s’impossessavano della sua persona e l’atterravano.
Le file regolate con i numeri d’ordine invece riusciva a sopportarle  anche se l’ansia era sempre presente.
Durante il trattamento psicoterapico è emerso che per lei, per le sue esperienze infantili: “il fratellino che la madre aveva avuto con un nuovo marito la scavalcava sempre” e durante la sua  vita ha rinfrescato e potenziato questa sua ferita con tante altre esperienze di emarginazione e d’ingiustizie . “c’è sempre qualcuno che vuole fare il furbo e vuole fregarti”.  Lei sente  forte, che di fronte al fatto che  qualcuno  prepotentemente passa avanti nella fila, gli viene una forte rabbia che potrebbe portarla perfino   a uccidere. Ecco perché le  vengono gli attacchi di panico quando deve fare la  fila.

psicoterapia

Segnala link interrotto -privacy - segreteria telefonica - copyrait - indirizzo psicologo clinico - titolare del sito - Il fumo nuoce alla salute e alla libertà personale .